Incontro con Nadège Favergeon – 1ère


Nell’ambito del supporto all’orientamento (AP 1è Chedid, Ms. Leblanc e Mr. Strzoda), gli alunni hanno potuto incontrare un curatore del patrimonio in videoconferenza. Alexandre Senbati evoca per noi i punti essenziali:

Un custode responsabile del patrimonio è un funzionario governativo che lavora con funzionari eletti per preservare le opere d’arte presenti nel territorio di loro giurisdizione (qui, il dipartimento della Corrèze) .Può anche lavorare per musei d’arte e di storia naturale, biblioteche… Dopo aver studiato storia dell’arte, letteratura o scienze (biologia, SVT), devi superare un concorso di stato in cui ci sono pochi posti vacanti. L’Istituto Nazionale di Heritage offre una classe preparatoria; i vincitori hanno quindi l’obbligo di 10 anni di servizio. Lo stipendio di un curatore alle prime armi si aggira intorno ai 2000 euro e sale fino a 3.800 euro (più bonus) a fine carriera.

Ruolo del curatore:

– ricerca delle migliori condizioni di conservazione sulla base di un condition report, a sorta di “bollettino sanitario” per l’oggetto. In caso di problemi, il curatore affida l’oggetto a un laboratorio di restauro;

– presentazione delle opere al pubblico. Il curatore organizza mostre o può prestare oggetti ad altri musei. Il gestore si occupa del trasporto, a volte scortato dalla polizia per prevenire i furti.

Per saperne di più:
https://formations.pantheonsorbonne.fr/fr/catalogue-des-formations/master-M/master-conservation-restauration-des-biens-culturels-KBTEAMWC.html