Sezione internazionale


 

 

LA SEZIONE INTERNAZIONALE ITALIANO

 

La Sezione Internazionale Italiano nasce da accordi di cooperazione bilaterale tra Francia e Italia.

Ha tre obbiettivi:

Ø 
Favorire l’accoglienza e l’integrazione di alunni italiani nel sistema scolastico francese e il loro eventuale ritorno al sistema di provenienza;

Ø  Consentire agli alunni di altre madre lingue di approfondire la pratica della lingua; italiana;

Ø  Promuovere la trasmissione del patrimonio culturale italiano.

Tutti gli alunni della scuola elementare seguono quindi, in media, 3 ore di insegnamento in lingua italiana di una tematica prevista nei programmi (lingua italiana e, per i più grandi, geografia, scienze…). 

A partire della 1° media, per proseguire in questo percorso, l’allievo deve rispondere alle seguenti esigenze:

Ø  Avere una sufficiente padronanza dell’italiano e del francese;

Ø  Se di madre lingua italiana, saranno valutate le sue competenze in lingua francese;

Ø 
Se di altre madre lingua, saranno valutate le sue competenza in lingua italiana.

Inoltre, dovrà dimostrare di aver raggiunto un buon livello generale : dovrà soddisfare una serie di requisiti aggiuntivi.

Cosa cambia, alle medie, per l’alunno di Sezione Internazionale Italiana ?

L’orario prevede :

Ø  4 ore di insegnamento di lingua e letteratura italiana;

Ø  La metà dell’orario di storia e geografia (ossia 1.5 ore) si svolge in italiano, sulla base delle referenze del programma francese.

 

                                      Finalità ed obbiettivi

 

1. In lingua e letteratura italiana

Ø  Rispondere ai bisogni formativi degli studenti, in relazione sia all’urgenza della loro ricerca di identità (per cui la lingua e i testi sono strumenti per esprimersi), sia al loro futuro di cittadini (per cui la lingua e i testi sono strumenti per comunicare).

Ø  Le lezioni di lingua e letteratura italiana fanno parte degli obiettivi generali della scuola media francese;

Ø  L’insegnamento mira all’acquisizione di elementi culturali legati alla lingua, alla formazione personale, all’educazione civica.

Lingua e letteratura sono inseparabili, vengono insegnate attraverso lo studio progressivo di tutti i linguaggi artistici di ieri e di oggi : letteratura, teatro, poesia, fumetto, cinema, scultura, musica e canto, opera, arti figurative.

L’insegnamento della lingua e letteratura nella Sezione Internazionale della scuola media prepara l’alunno alle prove dell’opzione internazionale del Diploma Nazionale del Brevet (DNB).

Come si svolgeranno le lezioni ?

Lo studio della lingua verrà affrontato ascoltando e leggendo documenti originali di ogni genere (letteratura, stampa, programmi televisivi, film, canzoni, fumetti, sceneggiature, media on line, etc.) e dalle produzioni scritte e orali degli alunni.

Le lezioni saranno organizzate attorno alle seguenti competenze :

Ø  Ascoltare;

Ø 
Esprimersi all’orale;

Ø  Leggere;

Ø  Scrivere.

Gli argomenti affrontati diventeranno più complessi man mano che gli alunni avanzeranno nei livelli scolastici, in modo di portarli ad una reale autonomia linguistica e allo sviluppo del proprio pensiero critico.

Autori ed opere

Ø  Il Dolce Stil Novo;

Ø  Storie, racconti, miti e leggende, letteratura contemporanea, lettura per ragazzi;

Ø  Teatro;

Ø  Cinema (dal neo-realismo ad oggi);

Ø  Musica (classica e contemporanea);

Ø  Arti figurative dall’antichità ad oggi.

2. Storia e geografia

Gli alunni seguono il programma francese, i professori cercheranno di approfondire le tematiche appoggiandosi su esempi propri all’Italia.

In 3è, ossia, durante l’ultimo anno di medie, il programma prevede di affrontare tematiche più specifiche riguardo alla civiltà italiana :

Storia:

Ø  Tema 1: L’Europa, un grande teatro di guerre totali (1914-1945) ;

Ø  Tema 2: Il mondo dal 1945 ;

Ø  Tema 3: La società e la vita politica italiana dal 1945.

Geografia:

Ø  Tema 1: Le dinamiche territoriali dell’Italia contemporanea;

Ø  Tema 2: Perché e come sviluppare il territorio italiano?

Ø  Tema 3: L’Italia e l’Unione Europea.